Share
Villa Penati - Burago Molgora

Villa Penati - Burago Molgora

21 gen 2022
Il progetto prevede la completa ristrutturazione della Villa, delle relative aree verdi e degli spazi cortilizi, al fine di restituire all’intero complesso il suo valore storico ed architettonico e rendere agibile la Villa nella sua totalità. Essendo un edificio su cui è presente un vincolo monumentale, è stato necessario richiedere il parere della Soprintendenza dei beni culturali.
L’esigenza dell’amministrazione era principalmente quella di dare una nuova veste all’edificio storico al momento in disuso andando a realizzare una serie di ambienti polifunzionali con spazi espositivi e didattici, volti a diventare luogo di incontro e di socializzazione.
Gli interventi che sono stati progettati per il recupero della Villa riguardano la rimozione dell’amianto dalla copertura, interventi di riqualificazione delle strutture, di restauro e l'efficientamento energetico dell’edificio.

A completamento del progetto edilizio è stata prevista la sistemazione delle aree esterne.
In particolare, viene ripensata la corte a nord che permette l’accesso al complesso dalla Piazza Matteotti. Viene realizzato un giardino “formale” che segue gli allineamenti della villa storica e va a delineare due assi pedonali che collegano l’ingresso principale con lo spazio porticato ripensato con l’inserimento di un “diaframma” trasparente.
Il progetto del parco, invece, intende offrire dignità alla Villa e porsi come luogo accogliente e riconoscibile, dunque identitario, per la cittadinanza. 
Seguendo i canoni del giardino classico, a cui si fa ampiamente riferimento, è prevista una zona con fontana/gioco d’acqua, una carpineta formale con annessa collezione botanica, un’ampia zona paesaggistica con un grande prato ed un boschetto di delizia reinterpretato alla luce delle moderne esigenze.

 Chiara Biffi, architetto

 Burago Molgora